Keam Tallaa

da Damasco a Roma, Pane

inaugurazione:
giovedì 21 settembre 2017 ore 19.00
dal 21 Settembre al 5 Ottobre 2017

introduzione e testo: Francesca Pietracci
a cura di: Luciana Fabbri
coordinatrice: Bisan Abdulkader

Si intitola “Pane” l’opera di Keam Tallaa, giovane artista siriana proveniente da Damasco, che segna la cifra del suo nuovo progetto di lavoro in Europa. Pane inteso come alimento fisico e mentale, pane come essenza di sopravvivenza e di cultura. Il suo arrivo a Roma segna un punto fermo del suo itinerario culturale ed esistenziale, un luogo dove riesce, in un certo modo, a trovare similitudini con la sua città natale, grazie alle pietre millenarie inglobate nel centro abitato attuale e al carattere aperto e cordiale dei suoi abitanti. Un’occasione unica, dunque per incontrare personalmente un’artista e una donna che ha molto da raccontare sul significato di arte. La sua opera “Pane” è realizzata attraverso farina, acqua e colore, con i quali è riuscita a realizzare una nuova tecnica incisoria. Il suo pane è costituito di materia e di scrittura. Si tratta di cifre astratte, incise a memoria e risalenti al patrimonio culturale della sua terra risalente a oltre 5.000 anni fa. La Stamperia del Tevere esporrà le sue opere come simbolo di dialogo tra popoli e culture, impegno che caratterizza il lavoro di giovani ed esemplari incisori da diversi anni con progetti sia in Italia che all’estero.

keam tallaa